Video – Un grave incidente nella bara di Jean-Paul Belmondo: il nipote Victor racconta con affetto

Gita incredibile. Victor Belmondo, invitato sul set C à Vous, ha raccontato questo martedì 26 ottobre come la bara di suo nonno Jean-Paul Belmondo è rimasta bloccata nell’ascensore del suo appartamento parigino.

Anche la morte non avrà la sua anima sexy. All’età di 88 anni, Jean-Paul Belmondo si è ritirato lunedì 6 settembre nella sua casa parigina. Omaggio alla memoria di Pebble, Victor Belmondo ha voluto condividere aneddoti carini e divertenti di suo nonno. presente in un gruppo c per teIl nipote dell’attore francese è tornato, martedì 26 ottobre, alle ultime avventure della bestia sacra del cinema francese. Ha appeso la sua bara in ascensore il giorno dopo a partire dal tributo ufficiale E io ho detto: “Ehi nonno, continua a raccontarci barzellette”.Anne-Élisabeth rilascia Lemoine ed è pronta a scoprire il resto di questa storia. “Penso che’Non voleva andarsene senza farci ridere E ci ha fatto ridere fino all’ultimo minuto”.dice l’attore 27enne.

Bloccato in ascensore con la bara di Jean-Paul Belmondo, “Le pompe funebri sono dovute salire per uscire” Prima di rivederci “Ritorno in garage” Poi lo racconta al leader dello spettacolo di successo di France 5. storia pazza, come determinato da Anne Elizabeth Lemoine prima di lasciare la parola a Victor Belmondo. “È pazzesco, eravamo a casa e stavamo aspettando le pompe funebri e loro non sono arrivateIl giovane regista ricorda. Li abbiamo visti dopo che sono arrivati ​​sudati, sudati con venti minuti di ritardo, e ci hanno detto che…Devono essere usciti dal vano ascensore. Devono aver fatto un trucco”.. Per suo nipote non c’è dubbio, Jean-Paul Belmondo desiderava semplicemente “Scadenza ritardata”.

© Schermata C di te in Francia 5Al gruppo C à Vous, martedì 26 ottobre, Victor Belmondo torna sul ring della bara bandita di Jean-Paul Belmondo nell’ascensore del suo palazzo parigino, il giorno dopo l’omaggio ufficiale.

Jean Paul Belmondo, l’eroe acrobatico

Durante la sua carriera, Jean-Paul Belmondo è sempre stato in guardia Prova nuove acrobazie davanti alla telecamera. “Non si è limitato a rifiutare, non ne aveva abbastanza, spiega in parigino. Era inarrestabile. Con lui era sempre più veloce, sempre più forte, sempre più lontano. Jean Paul è un “animale” molto, molto speciale: Aveva assoluta fiducia, il che è estremamente raro, anche da imprenditori professionisti acrobatici. Per me è stato terribilmente motivante, ma anche molto pericoloso. Quindi ho dovuto dirigerla per tutto il tempo. Era tutto avventato, quello che stavamo facendo! Se ci penso oggi, mi si rizzano i capelli…, ricorda Remy Julien, acrobata professionista, avendo avuto l’opportunità di fare un tour con Le Magnifique. all’estremità, Jean-Paul Belmondo stava già sudando (cool) ai propri cari.

READ  Bilancio secondo trimestre 2021 Cautela

Crediti immagine: screenshot di C à Vous in Francia 5

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *