Wilfredo Leon ha litigato con Vital Heinen? “Anch’io sono influenzato dalle emozioni.”

Jerzy Mielewski: Hai buoni contatti con Olek Śliwka. Puoi vedere che hai una catena di comprensione. Olek è diventato il miglior giocatore della finale di UEFA Champions League, proprio come te nei colori dello Zenit. È un grosso problema per lui.

Wilfredo Leon: Esattamente. Olek ha giocato eccezionalmente bene in finale e senza dubbio si è meritato il titolo di MVP. Non ero in finale, perché il mio cuore fa così male – volevo giocare questa partita da solo, ma ho guardato l’intera partita e ho visto la prestazione di Olek.

C’è un altro nome famoso in Polonia. Camille Seminyuk è stata nominata per la prima volta nella squadra nazionale. Come valuteresti questo giocatore? Sembra che abbia fatto enormi progressi. Come vedi il suo futuro in Nazionale?

Un ottimo giocatore e suo compagno di squadra fuori dal campo. Parla poco, ma fa molto.

Ammetterai che quando si tratta di recitare e del tuo sito come host, la concorrenza è feroce. Wilfredo Leon, Michae Kubic, Thomas Fornal, Bartoche Koalic, Bartoche Buddenurs, Alec Alyuka, Camille Seminyuk …

Artur Zalbuck

Possiamo scambiare e scambiare in questo modo. Forse nessuna rappresentazione al mondo ha un tale potenziale.

Esattamente. Sul mio sito abbiamo molti bravi giocatori e grazie a questo l’allenatore ha molto da scegliere.

Tu e Mishai Kubik siete menzionati come una certezza assoluta. Sei convinto di andare alle Olimpiadi.

(Ride) Lavoro molto e funziona. Faccio del mio meglio ad ogni sessione di allenamento.

VEDI ANCHE: Nations Volleyball League senza Mazurek Dąbrowski! Una decisione scioccante per gli organizzatori

READ  F1. Diventerà caldo. La collisione di due stelle è una questione di tempo

La tua carriera l’ha alimentata. Hai finalmente trovato Zenit Kazan, con il quale ha ottenuto tutto. Parlami della pallavolo russa, cosa è successo lì? Sei un dio lì, dice Bartosh Bednors, che rappresenta i colori di Zenith. Perché molti polacchi falliscono in Russia? Tuttavia, questo è un campionato specifico. Tutti quelli che ne tornano dicono che non è una cosa facile. L’ho fatto. Perché succede questo? Ovviamente sei un grande giocatore di pallavolo, ma la mentalità deve essere specifica per avere successo.

Il campionato russo è il più duro e non si tratta solo di pallavolo. Viaggi molto e quindi non hai molto tempo per riposarti. Devi lavorare sodo in palestra per mantenerti in forma. In secondo luogo, la Russia è un grande paese e i fusi orari cambiano frequentemente. Per me, questo è un grande svantaggio. Ho giocato lì per molto tempo e ho vinto molto. Ciò che mi ha aiutato molto in Russia è stato un problema mentale. La mia famiglia, con la quale ho parlato ogni giorno, mi ha aiutato molto. Sono riuscito a evitare la depressione durante i quattro anni che ho trascorso lì. Non è certo facile giocare in Russia.

Avresti dovuto tifare per Partytech Bednors? Questa stagione non era ciò che Bartek sognava. Ne hai parlato?

Si. Penso che abbia giocato bene. Forse non tutto è stato fatto alla perfezione, ma ha dimostrato di poter giocare ad alto livello in Russia.

L’eliminazione dello ZAKSA Kędzierzyn-Ko ha speso lo Zenit verso la finale di Champions League. Tu e Perugia avete vinto il vice titolo del campionato italiano, e in Champions hai anche eliminato come Zenith. Hai parlato di ZAKSA? Come valuteresti la prestazione di questa squadra durante la stagione?

READ  Stefanos Tsitsipas: Chi è Petros, suo fratello anche lui tennista?

Secondo me, Zaksa ha giocato incredibilmente bene.

Vedi anche: Łukasz Kaczmarek: Vinceremo la Società delle Nazioni

Ti aspettavi che ZAKSA giocasse bene a pallavolo?

Sinceramente non me l’aspettavo, ma dopo ogni partita mi piaceva. La loro strada è stata davvero dura per raggiungere la finale perché hanno dimostrato di essere i migliori. Un grande applauso per ZAKSA.

Hai mai visto Nikola Gerbich piangere?

L’ho visto a Verona, in Champions. Ottimo lavoro per l’allenatore, ottimo lavoro per i giocatori e tutto lo staff.

Dillo onestamente. Hai mai litigato con Vital?

Decisamente. Lo sport è una passione e so che Vital non lo fa apposta. Sono anche influenzato dalle emozioni. Va tutto bene tra di noi e dimentichiamo rapidamente tali momenti.

Vi amate l’un l’altro?

Si si.

Ci siamo calmati. La Società delle Nazioni inizia venerdì. Giocherai 15 partite. Tutti gli incontri possono essere visti sui canali sportivi Polsat. Per te, questo evento è, tuttavia, una fase preparatoria per le Olimpiadi. Questo è come lo affronti?

Esatto, ma siamo ambiziosi e non scendiamo in campo solo per giocare una partita. Nella Società delle Nazioni vogliamo anche raggiungere il successo, motivo per cui puntiamo a una medaglia, ma soprattutto a una preparazione adeguata per i giochi mentali.

Leggi tutto su Interia.pl.

Jerzy Mielewski, agb, Polsat Sport

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *